VeggieFriends ©

VeggieFriends

11 mag 2019

Scrofa tortura

Scofa chiusa e con piccoli allontanati

Questi supposti allevatori cosa sono se non dei torturatori?

Questi allevatori che cosa sono se non dei torturatori: la scrofa non si può neanche muovere ed i suoi piccoli sono nell'angolo, può solo vederli; a cui tra poco, senza anestesia, verranno levati denti e castrati.
Mi è capitato di parlargli ma raccontano solo bugie per nascondere il loro infame crimine.
Dicono per esempio:
"i piccoli vengono allontanati perchè la scofa li può schiacciare..." Vedete anche voi in che condizioni vive il povero animale che ha appena partorito... una creatura femmina che ha dato alla luce i suoi piccoli e vorrebbe averli accanto..., invece riesce a stento a muoversi, un uomo impazzirebbe in tali condizioni. Solo una persona vile può che ha venduto l'anima accettare tale sevizia, e solo per pochi miserrimi euro.
Altri animali, nelle stesse condizioni uccidono i loro piccoli per non fargli soffrire come loro... Ma i torturatoti cosa devono capire... Tutelati da burocrati e veterinari compiacenti. Dove sono i controlli di quelle poche e timide leggi che abbiamo a tutela non degli animali ma della nostra umanità?
Solo disturbati mentali posso accettare questo.
Cosa è rimasto di umano in questo luogo?
Mai in passato si è arrivato a tale perversione, solo una società malata che ha parole si dichiara non violenta ma nei fatti tollera questo scempio per la vita può accettarlo.
Gli allevamenti intensivi, non riuscirebbero a sostenersi senza questa malata Comunità Europea che li sovvenziona, progetti che oltre alle sofferenze portano un fortissimo impatto ambientale senza paragone nei confronti di quello delle auto, ma tutto viene sottaciuto, da burocrati compiacenti e corrotti.
dott. Giacomo Gallo

8 mag 2019

Cavallo seviziato Castello di Rivoli

Vergogna Museo Arte Contemporanea Castello di Rivoli

Vergogna Museo Arte Contemporanea Castello di Rivoli
supposta Opera D'ARTE di un artista MALATO MENTALE vi invito di dare il vostro feedback al museo su citato sulle varie mappe dei motori di ricerca come per esempio Local Guide: Link 1, link 2

La mia recensione:

Vergognatevi, questa è arte? Mettere un cavallo appeso... Più che un museo mi sembra un talk da quarto ordine... Voi dovreste essere i rappresentanti della cultura occidentale? Conoscete l'antico sentimento della pietas? Forse leggere autori greci e latini vi gioverebbe. Ospitare tale supposto artista la dice lunga sui criteri selettivi che adottate. Mi sembra solo la disperazione di inutili artisti ed inutili curatori delle bellezze decadenti di questa povera Italia.

11 mar 2019

Bio plastica dal latte, conviene?

Disinformazione BIO plastica dal latte

La notizia è apparsa sul Tg1 11-03-19.

Al TG1 è andato in onda un servizio che dava risalto ai ricercatori del cnr di Torvergata, dove studiano come trasformare lo scarto della produzione del latte in bio plastica.

Tali ricercatori non vedono al di là del proprio naso, infatti la produzione di latte è tutt'altro che salutare per il pianeta, in tutto il mondo si stanno abbandonando tali produzione per succedanei e le ricerche sono concentrate in tali campi innovativi ed alternativi.

La ricerca riportata dal Tg1 è morta in partenza, cieca di chi non conosce i macro dati e tendenze. Vedremo che successo tra 10 anni possa avere tale ricerca. Forse potrà essere sovvenzionata da politiche europee, prive di analisi serie, ma nel lungo sarà quello che è, una non invenzione priva di risvolti positivi per l'ambiente.

In sintesi tale progetto sembra non conoscere che impatto abbiano gli allevamenti bovini.

dott. Giacomo Gallo

8 mar 2019

Pino Caruso


Pino Caruso




Pino Caruso

E' morto oggi 8-03-2019 Pino Caruso, a Roma



E' morto oggi 8-03-2019 Pino Caruso, intellettuale, uomo raffinato e di cultura, ironico e sincero.

Si è da sempre schierato per la causa animalista, pagandone anche il prezzo: essendo stato allontanato dalla TV nazionale, per le sue scelte contrarie alle pubblicità di carne e pesce e per la satira politica molto divertente ed elegante che riusciva a mostrare molto bene.

La sua difesa degli animali era dovuta alla sensibilità dell'attore, che i vari dirigenti di turno non hanno sfruttato a dovere. Era vegetariano in anni molti difficili, dove chi ne parlava era considerato non alternativo, ma strano, da evitare, e lui lo faceva apertamente ed in pubblico a scapito anche della sua carriera.

Insisteva sul concetto di civiltà, essendo un uomo molto intelligente ragionava pragmaticamente, ed asseriva: “il prossimo passo per l'umanità... dopo l'affrancamento della schiavitù, sarà quello del rispetto assoluto per tutti gli esseri viventi...”

Ancora: “Non mangio nulla che sia costato la vita a un essere vivente. Ma è un problema mio. Quando sarà un problema di tutti, avremo raggiunto la civiltà... La civiltà è in cammino ma la strada è ancora lunga. La forza non ci da il diritto di uccidere.”

Tutto il mondo vegan gli deve molto, GRAZIE!
Giacomo Gallo

6 mar 2019

Delfino Lipotes

Estinto Delfino Lipotes

Delfino Lipotes, una specie unica che viveva in Cina, si è istinto nel 2006

Delfino Lipotes estinto
Il magnifico delfino di taglia piccola che viveva nel fiume Azzurro in Cina, Lipotes vexillifer, si è estinto. In cattività non vivono l'ultimo dal nome Qi Qi, morì nel 2002.
fiume azzurro

La causa è l'inquinamento del fiume Azzurro, con valori che non consentono vita,  e dalla diga delle Tre Gole.

La storia è molto triste perché si tratta di un animale intelligente ed incredibile che viveva in una zona molto difficile e era anche cacciato (poche popolazioni nella storia cacciano i delfini che invece anche i Romani e Greci rispettavano). 
In sintesi i cinesi si sono mossi troppo tardi: nel
1979 lo dichiaravano specie a rischio, 4 anni dopo dichiarano la caccia illegale, e nel 1997 erano rimasti 40 esemplari, e negli anni successivi sempre meno, nel 2006 dichiarato estinto, sparito dalla Terra, un'altra specie che perisce per colpa dell'uomo.
Giacomo Gallo

1 mar 2019

Corso base Torte Vegane


Corso base torte vegane

VEG-golose organizza il corso base “UNA TORTA DA TE”


In questo corso ti insegneremo comodamente a casa tua a cucinare torte vegane semplici, veloci e sane.
Il servizio ha ottenuto il marchio VeggieFriend gratuito

Oggi sempre più persone anche non vegane preferiscono mangiare dolci senza burro e senza uova sia per motivi di salute (le allergie al lattosio e anche alle uova sono sempre più diffuse), sia perché si rendono conto che, se cucinati con i giusti ingredienti, anche i dolci vegani sono altrettanto gustosi e molto più leggeri rispetto a quelli tradizionali.

Il corso base torte vegane avrà la durata di un paio di ore, nelle quali cucineremo assieme a casa tua una torta vegana semplice e veloce e ti lasceremo delle dispense con tante indicazioni utili.
Per maggiori informazioni contattare Sara , il servizio prevede un rimborso

Chi sono le VEG-golose?

Sono Sara e Alessandra cognate, amanti della cucina.
Sara, golosa per passione e vegana per amore di Nina e Ottavia, le sue gattine, ama cucinare dolci vegani per addolcire la vita.
Alessandra, esploratrice di gusti sempre nuovi ama da sempre cucinare e ingolosire i commensali con creatività e precisione.

25 feb 2019

In ricordo di Daniza

In ricordo di Daniza e dei suoi piccoli

In ricordo di Daniza, orsa uccisa con due cuccioli e di un piccolo uomo ugo rossi


Per l'orsa Daniza il plurinquisito rossi ex governatore del Trentino Alto Adige(in verità anche condannato) parlava in un video su Y.tube, su una testata giornalistica amica al soggetto, ed afferma che vi era stato un errore, cosa a cui non crediamo, dato che gli sono state somministrate due dosi di anestesia.
Diciamo subito che da questo video, fatto per calmare gli animi e dai suoi amici, dimostra una cosa quello che è.
Non metto il link perché è solo una messa in scena, provate a postare un commento negativo e vedete come sparisce il giorno dopo... 
Nella sua ordinanza si parlava anche di soppressione, e guarda caso solo dopo le proteste di boicottaggio cercava di rimediare.
ugo rossi daniza orsa uccisa

 Un anno dopo ordina direttamente la soppressione per un'altra orsa, questa volta almeno ha emesso un atto meno ipocrita, anche perché, in verità, un secondo errore di dosi da cavallo di doppia anestesia, non l'avrebbe creduto nessuno.
Daniza aveva difeso i suoi 2 cuccioli, aggredendo un uomo, un cretino della stessa pasta del signore menzionato, che tra menzogne e mezze verità, con il proprio cane si era avvicinato, all'orsa con cuccioli, infatti le orse frequentemente difendono, da cani, anche rinselvatichiti e lupi, i propri cuccioli, così vedendoli in pericolo l'orsa ha fatto ciò che è naturale facesse.
Comportamento naturale, a dirlo sono tutti gli etologi, per una madre orsa difendere i cuccioli, evidentemente non per i mezzi uomini...
Il secondo mezzo uomo nel tempo ha raccontato la verità... Miseria umana.
In un paese serio avrebbero multato il mezzo uomo aggredito che con cane si era avvicinato all'orsa.
Dei due cuccioli dell'orsa Daniza non se ne è saputo più nulla ma gli esperti dicono che è difficile sopravvivere all'inverno senza madre, ancora di più da uomini ipocriti dal pensiero corto in un paese decadente con nessuna istituzione sana.
Giacomo Gallo