6 mar 2020

Pitagora, violenza e coronavirus

Pitagora, testimone della tradizione non violenta e coronavirus

Molti politici si riempiono la bocca raccontando di una società non violenta, ma ignorano cosa essa sia, e poi scappano come codardi quando la stessa violenza ricade su di loro


Pitagora, violenza coronavirus
Gli unici testimoni non corrotti e reali della nostra tradizione occidentale sono e rimangono i classici.

Uomini, che per dirla secondo la corrente filosofica dello Spiritualismo francese, sono divenuti Persone, con il loro impegno e onestà nella verità e sapere, riescono a essere distaccati e giusti per il progresso di tutti.

Sappiamo che le ultime pandemie sono nate dal contagio di malattie dagli animali macellati ai loro carnefici.

Ricordiamo la sars, l'influenza suina, ebola, l'aviaria, lo scenario della mucca pazza, ed il morbillo.
Il precedente del coronavirus è forse quello del morbillo, derivato dal virus della peste bovina, come afferma Ilaria Capua.
In merito al covid 19, le ipotesi parlano di un particolare tipo di pipistrello, utilizzato in Cina, per fare una zuppa, vi sono numerosi video su YTube, oppure del pangolino, piccolo formichiere massacrato per stupide convinzioni curative.

Come se, nonostante fossero inermi alla violenza, la natura mettesse un limite alla brutalità.
Noi uomini dovremmo capirne la causa e cambiare, ed essere responsabili nei confronti della terra, e non parassiti, e vivere secondo un unico senso che ci fa essere Persone, la Pietas: compassione per l'altro, per la vita.

Rileggiamo, le parole di Pitagora che sono perfette, intellettualmente cristalline oltre che attuali:

..."Tutto ciò che l’uomo infligge agli animali ricade di nuovo su di lui. Chi taglia con un coltello la gola di un bue e rimane sordo alle grida di paura, chi è in grado di macellare a sangue freddo un capretto che grida e mangia un gallo al quale egli stesso ha dato da mangiare - quanto è ancora lontano dal compiere un crimine?  Pitagora

..."La terra nella sua generosità vi propone in abbondanza blandi cibi e vi offre banchetti senza stragi e sangue […]. Che enorme delitto è ingurgitare viscere altrui nelle proprie, far ingrassare il proprio corpo ingordo a spese di altri corpi, e vivere, noi animali, della morte di altri animali! Ti par possibile che tra tanto ben di Dio che produce la terra, ottima tra le madri, a te non piaccia masticare altro coi tuoi denti crudeli che carne ferita, riportando in voga le abitudini dei Ciclopi?" Pitagora

 La medicina cinese è causa dell'uccisione di numerosi animali anche in estinzione per la loro medicina tradizionale, ma sono sicuro che gli amici cinesi cambieranno, stanno cambiando, vi è una crescita esponenziale di vegetariani in Cina, ma siamo anche noi occidentali disposti a cambiare ed essere meno ipocriti sulla violenza che coinvolge gli animali e considerarla non più accettabile per la Persona umana?

Nessun commento:

Posta un commento